ARCHIVIO

Spezia-Perugia, Gallo: vogliamo tornare a far punti

Dopo due trasferte consecutive, le Aquile tornano a calcare il manto erboso del "Picco" ed alla vigilia del match con il Perugia, mister Gallo analizza così il momento dei suoi: "La rabbia che ci ha lasciato la gara di Terni è ancora tanta, fortunatamente torniamo davanti ai nostri tifosi ed insieme a loro faremo di tutto per ottenere un risultato positivo che manca da due gare.

Siamo consapevoli di quanto i nostri giovani possano darci, con i loro pregi ed i loro difetti, e tocca a noi aiutarli a crescere partita dopo partita; Saloni a Terni ha fatto ciò che doveva fare, in settimana ha lavorato bene e siamo tranquilli per il suo esordio davanti al pubblico spezzino.

Di Gennaro nel giro di due settimane al massimo tornerà a disposizione, mentre Giorgi domani farà parte del gruppo, dopo aver lavorato in questi giorni con i compagni; Gilardino? Sono due settimane e mezzo che si sta allenando con grande continuità, sta meglio, la condizione ovviamente non è ancora al massimo per vederlo dall'inizio, ma può dare il proprio contributo a gara in corso; Terzi e Lopez non ci saranno, ma ho tante opzioni e non sono preoccupato perchè chi andrà in campo sarà pronto per sostituirli.

Il sistema di gioco? Abbiamo provato diverse soluzioni, la squadra in settimana ha lavorato molto bene, libera dalle preoccupazioni e la voglia di cogliere un risultato positiva è tanta e sarà quella a fare la differenza a prescindere dal modulo.

Il Perugia? Ha lavorato sempre a porte chiuse in settimana, ma a prescindere da ciò che deciderà mister Giunti, saranno i miei ragazzi a dover affrontare al meglio qualsiasi sistema o avversario che si troveranno di fronte.

Il "Picco" è un grande aiuto, consente sempre di mettere in campo qualcosa in più, ma toccherà anche a noi cercare di trainare i tifosi con una prestazione importante che sappia infiammare il caloros pubblico spezzino.

Qualche polemica in settimana? Questo è il mio ruolo, fa parte del mio lavoro essere attaccato, a volte capita anche quando si vince, ma io devo pensare esclusivamente a lavorare cercando di fare il meglio per la mia squadra, mantenendo i ragazzi sereni e determinati".