ARCHIVIO

SPEZIA, BJELICA "CONTRO IL BOLOGNA USATI GRINTA E DETERMINAZIONE"

LA SPEZIA 23 LUG. Secondo test stagionale e secondo successo per gli uomini di un soddisfatto Nenad Bjelica, questa volta arrivato però contro il Bologna, formazione appena neopromossa in Serie A: "Mi è piaciuto molto quanto fatto vedere dalla squadra, così come sono molto contento dell'atteggiamento messo in campo da tutti i ragazzi impiegati, bravi a rimanere sempre concentrati indipendentemente dai minuti giocati. Lo spirito di questo gruppo è emerso anche oggi, dopo dieci giorni di duro lavoro nessuno ha provato a risparmiarsi, ma ciascun calciatore ha offerto il massimo e ne è venuta fuori una bella partita e di conseguenza un grande allenamento per noi.

Sicuramente essere ripartiti dalla base della scorsa stagione ci sta consentendo di non perdere tempo, vogliamo crescere ancora e far meglio rispetto al passato campionato, migliorando le cose che non hanno funzionato alla perfezione, sia in fase offensiva che difensiva; siamo ancora all'inizio, davanti a noi c'è tanto lavoro e l'obiettivo è quello di arrivare alla prima giornata di campionato ed essere al 100%.

Questa non è soltanto una squadra capace di giocare un calcio aggressivo, prima di tutto è coraggiosa, non teme nessun rivale e cerca sempre di imporre la propria forte identità, come già ha dimostrato di fare nella passata stagione; non importa perdere o vincere, è ovvio che noi cerchiamo di ottenere sempre i tre punti, ma quello che chiedo in primis ai miei ragazzi è di dare tutto, indipendentemente se si parla di allenamento, amichevole o match ufficiale.

Nella scorsa stagione abbiamo particolarmente patito nella zona centrale della difesa a causa di qualche infortunio, tanto da dover cambiare anche il sistema di gioco, ma ora abbiamo trovato la quadratura e con il ritorno di Valentini, la conferma di Piccolo e l'arrivo di Sergio Postigo, manca soltanto un tassello per completare il reparto. Valentini? Nessun problema per lui, ha fatto una buona gara, ha lavorato benissimo ed è uscito anticipatamente in seguito ad un problema con una delle scarpe.

L'attacco? Non c'è fretta, stiamo lavorando per completare il reparto nel migliore dei modi.

I fatti che hanno preceduto la partita? Mi hanno riferito che i nostri erano giunti per vedere la partita, ma sono stati attaccati. Dispiace assistere a scene del genere, nulla di ciò dovrebbe accadere in occasione di una partita, figurarsi quando si parla di una gara amichevole che si svolge in un contesto come quello odierno".