Home Politica Politica Genova

Spese Pazze in Comune, la Corte dei Conti contesta 12mila euro

0
CONDIVIDI
La Corte dei Conti di Genova

Le contestazioni riguardano gli anni 2013/2014

La Corte dei Conti di Genova ha contestato quasi 12mila Euro di scontrini ad alcuni consiglieri ed ex consiglieri del Comune di Genova.

Si tratta di una specie di inchiesta Spese Pazze Bis, ma che riguarderebbe solo il Comune con le contestazioni riguardano gli anni 2013/2014, ai tempi del sindaco Marco Doria.

Sarebbero diversi gli esponenti politici coinvolti: si parla di Balleari, Comparini, De Benedictis, Farello, Lauro, Musso, Piana, Pastorino ed Edoardo Rixi.

In ogni caso si tratta di contestazioni minime. Come i 34 euro per comprare un libro, ma anche un caso di una bolletta telefonica da 5000 euro.