ARCHIVIO

Sicurezza e decoro: più telecamere nei caruggi, avviato censimento accattoni

Più illuminazione, telecamere e servizi coordinati di Polizia di Stato, Polizia Municipale, Carabinieri e Guardia di Finanza nei vicoli della città vecchia.

E' quanto stabilito oggi per la sicurezza nel centro storico di Genova durante la riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza tenuto dal prefetto Fiamma Spena con i rappresentanti del Comune e i vertici delle forze dell'ordine.

Intanto, la Polizia Municipale, su imput dell'assessore alla Sicurezza Stefano Garassino, ha avviato il censimento degli accattoni presenti in città. Lo scopo è quello di individuare i richiedenti asilo che dovrebbero seguire percorsi formativi anziché lasciati a mendicare davanti a Chiese, supermercati, parcheggi e negli angoli di strade e piazze cittadine.

"Promessa mantenuta - ha spiegato Garassino - al termine del censimento faremo le segnalazioni alla Prefettura, che ha stipulato i contratti con le varie onlus e coop. I migranti non possono essere lasciati per strada a mendicare ed usufruire allo stesso tempo dei privilegi previsti dal programma di accoglienza. Chi si è impegnato in questo tipo di business si deve occupare anche di loro secondo quanto previsto dalla normativa".