ARCHIVIO

Sicurezza, Commissione parlamentare visita casbah vicoli genovesi: pieni di clandestini

GENOVA. 11 SET. Si è iniziata oggi, nei vicoli del centro storico genovese, la seconda giornata della visita della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle condizioni di sicurezza e degrado delle città e periferie, dedicata ai sopralluoghi nei quartieri più critici sul territorio nazionale. Gli otto deputati sono stati accompagnati dall'assessore comunale alla Sicurezza Stefano Garassino e dal presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù.

"La visita sul campo - ha spiegato  il deputato di Mdp Stefano Quaranta, unico genovese della delegazione - è servita a far conoscere a chi non è genovese la realtà della nostra città.  A partire dal centro storico, abbiamo quindi individuato alcuni temi come le politiche della casa, la questione ambientale, la sicurezza, l'immigrazione e l'integrazione che dobbiamo tradurre in proposte al governo e al Parlamento che diventino leggi e provvedimenti".

"Genova - ha aggiunto il presidente della Commissione Andrea Causin (Forza Italia) - è il classico esempio di una periferia in centro città, ossia un luogo dove ci sono chiaramente delle marginalità sociali con una presenza importante di migranti e clandestini che occupano spesso abitazioni di italiani che affittano in nero e le condizioni di sicurezza sono un po' precarie. Mi sembra però che qui a Genova l'amministrazione comunale, la prefettura e le forze dell'ordine stiano facendo un lavoro molto buono".