Home Politica Politica Genova

Sì a Columbus Day, Trump: genovesi nostri amici, Cristoforo non era sudista

12
CONDIVIDI
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump

GENOVA. 7 OTT. “Genovesi and Italians our friends”. Per il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è sbagliato negare il diritto alle celebrazioni in onore del grande navigatore genovese e quindi, oggi, nel proclamare il Columbus Day per lunedì 9 ottobre , ha colto l’occasione per “riaffermare i nostri stretti legami con il Paese di nascita di Colombo, l’Italia”.

Il comunicato ufficiale è stato diffuso nella notte dalla Casa Bianca.

Purtroppo, i giorni della della vigilia della ricorrenza quest’anno hanno visto dure polemiche dei soliti attivisti, che hanno coinvolto, del tutto a torto e fuori luogo, Cristoforo Colombo nella “strage” delle statue, busti e monumenti messa in atto da alcuni violenti contro i simboli sudisti. Un odio folle contro l’arte e la storia.


“L’Italia è un forte alleato e partner di valore nella promozione della pace e della prosperità nel mondo. Cristoforo Colombo rappresenta la ricca storia dell’importante contributo italoamericano alla nostra Nazione.

Più di cinque secoli dopo il suo viaggio iniziale, ricordiamo l’Ammiraglio ‘del mare oceano’ per aver costruito il primo cruciale legame nel forte e duraturo vincolo tra gli Stati Uniti e l’Europa.

Isabella I e Ferdinando II di Spagna sponsorizzarono il suo storico viaggio, Colombo era nativo di Genova, nell’attuale Italia, e rappresenta la ricca storia degli importanti contributi italoamericani alla nostra nazione. Non c’è dubbio che la cultura americana, il business, la vita civile sarebbero meno vibranti in assenza della comunità italoamericana”.

Trump ha quindi onorato il genovese Cristoforo Colombo, invitando a celebrare “l’esperto navigatore e uomo di fede, la cui coraggiosa prodezza unì continenti e ha ispirato innumerevoli altri a perseguire i propri sogni e le proprie convinzioni, anche davanti a incertezze estreme ed enormi perplessità. Perché 525 anni fa, Cristoforo Colombo completò un ambizioso e ardito viaggio attraverso l’oceano Atlantico fino alle Americhe. Un’impresa straordinaria e senza precedenti che contribuì a lanciare l’era delle esplorazioni e delle scoperte”.

“L’arrivo degli europei nelle Americhe – ha aggiunto la Casa Bianca – fu un evento che innegabilmente cambiò il corso della storia dell’umanità e gettò le basi per lo sviluppo della nostra grande nazione. Per questo, nel Columbus Day, onoriamo l’esperto navigatore e uomo di fede, la cui coraggiosa prodezza unì continenti e ha ispirato innumerevoli altri a perseguire i propri sogni e le proprie convinzioni, anche davanti a incertezze estreme ed enormi perplessità”.

La proclamazione del Columbus Day da parte del presidente USA è prevista ogni anno per il secondo lunedì di ottobre anche se l’America fu scoperta il 12 ottobre 1492.

 

12 COMMENTI

  1. Bravo invece il sindaco di NEW YORK, il democratico di famiglia italiana !! Pur di mettersi in mostra contro Trump spara contro Colombo, il verme, senza pensare che senza Colombo lui ancora …..zappava la terra in Italia !! Nemmeno un minimo di decenza…………………..

  2. Hanno buttato giu’ statue e busti di Colombo,non pensando che dopo di lui ce ne sarebbero stati altri centomila di paesi diversi con nomi diversi, pur di sbarcare nel nuovo mondo, era solo una questione di tempo. Ma già il mondo di imbecilli ne è pieno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here