ARCHIVIO

Senarega: no ai migranti ad Avegno, ma decisione spetta al sindaco

GENOVA. 20 GEN. La società Capurro Leo & Figlio srl, con sede ad Avegno, in relazione alla disponibilità manifestata per l’accoglienza di persone richiedenti asilo, nelle scorse settimane ha offerto una collaborazione al Comune segnalando tre immobili ad uso abitativo, recentemente ristrutturati, di sua proprietà, idonei ad ospitare una famiglia di stranieri ciascuno.

“Gli appartamenti ristrutturati – spiega il vice segretario nazionale della Lega Nord Liguria Franco Senarega – ora risultano sfitti e, se l’amministrazione comunale di Avegno non riterrà di dare riscontro positivo a tale proposta, la società ha già fatto sapere che si riterrà libera di locare gli immobili a delle famiglie interessate, a canoni di mercato. Pertanto, l’allarme lanciato l’altro giorno per il pericolo di un ghetto o di un nuovo Bronx ad Avegno, al momento appare eccessivo.

Sarà infatti compito dell’attuale amministrazione comunale decidere sull’eventuale utilizzo dei tre appartamenti.

Confido nel sindaco e nella giunta affinché ascoltino i loro concittadini, i quali sono contrari all’arrivo di nuovi stranieri perché giustamente non vogliono insicurezza, degrado e caos immigrati sul loro territorio”.