ARCHIVIO

SCIOPERO AMT. I CONSUMATORI CHIEDONO I RIMBORSI

GENOVA. 25 NOV. Le associazioni di consumatori genovesi hanno avviato le procedure per la richiesta di rimborso dopo lo sciopero che, per 5 giorni, ha bloccato il trasporto pubblico.

A presentare l’iniziativa il Presidente di Assoutenti, Furio Truzzi che in queste ore, assieme alle altre associazioni, ha chiesto un incontro all’azienda.

"La richiesta di rimborso è la naturale conseguenza di una sofferenza pesante degli utenti che – ha sottolineato Truzzi – per 5 giorni, si sono visti privati del mezzo pubblico".

La richiesta di rimborso, secondo i consumatori, nasce anche dalla constatazione che l’azienda ha conseguito una sorta di guadagno stimato in circa 1,25 milioni di euro, tra non circolazione dei mezzi e pagamento stipendi. I consumatori hanno previsto una modulistica, scaricabile dai siti, in cui autorcertificare il danno subito.

Ad avere diritto al rimborso secondo l’associazione dei consumatori, sono i titolari di abbonamento ma anche tutti coloro che hanno la possibilità di dimostrare le spese sostenute per l’acquisto di servizi sostitutivi.