ARCHIVIO

Sanità e migranti, a Carcare residenti preoccupati: 50 africani accanto all'asilo nido

SAVONA. 29 GIU. "Non si gioca con la salute dei bambini". E' il messaggio dello striscione apposto dai militanti di CasaPound Liguria per protestare contro il paventato trasferimento di circa cinquanta migranti all'interno di dodici appartamenti adiacenti ad un asilo nido di Carcare.

"Da diverso tempo - spiega CasaPound - i cittadini carcaresi sono preoccupati a causa di un'ordinanza legata al trasferimento da parte di una cosiddetta cooperativa sociale di una cinquantina di presunti 'profughi'. Come dimostrato da numerosi fatti di cronaca, purtroppo transitano sul nostro territorio nazionale numerosi cittadini extracomunitari provenienti da paesi africani ed asiatici privi di documentazione sanitaria certificante l'assenza di malattie infettive, quali ad esempio scabbia e tubercolosi.

La nostra preoccupazione, quindi, è legata alla scelta della Prefettura di affidare ad una cooperativa sociale il trasferimento di questi 'migranti' presso dodici alloggi situati sopra la Galleria Commerciale di Carcare adiacente ad un asilo nido infantile, struttura frequentata da minori potenzialmente più a rischio dal punto di vista sanitario.

Vogliamo inoltre segnalare lo stato di degrado e di pericolosità di alcune aree riservate ai bambini, come il ritrovamento di siringhe nei giardini adiacenti alla scuola elementare ed il continuo danneggiamento del parco giochi davanti al Comune con la presenza di pericolosi cocci di bottiglia. Tutti elementi di degrado ignorati dall'amministrazione comunale nonostante le numerose segnalazioni, ma non da CasaPound, sempre dalla parte degli italiani, ora come non mai dimenticati dalla politica nazionale e locale".