ARCHIVIO

Sampierdarena, tre rapine in pochi minuti: arrestati due marocchini

GENOVA. 6 LUG. Due ventenni marocchini sono stati arrestati ieri sera a Sampierdarena dalla polizia con l'accusa di avere aggredito tre persone in tre diverse rapine, avvenute nel giro di pochi minuti.

Gli immigrati, che risultano clandestini e senza fissa dimora, è cominciato in via Rolando, dove hanno cercato di strappare l'orologio ad un giovane genovese. Il tentativo di rapina andato a vuoto anche grazie all'intervento di una 60enne, che era stata a sua volta rapinata della catenina d'oro, la quale ha gridato aiuto e spiazzato gli aggressori.

I malviventi hanno quindi cercato di fuggire su un bus della linea 7. A bordo del mezzo pubblico hanno cercato di sfilare il portafoglio ad un passeggero egiziano, che ha a sua volta reagito. Ne è nata una colluttazione, che ha costretto l'autista a fermare il bus.

I due sono scesi e hanno provato a dileguarsi a piedi. Tuttavia, sul posto sono tempestivamente arrivate le volanti della polizia e gli agenti li hanno bloccati ed arrestati per rapina continuata, furto con strappo, interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale.

La polizia non ha ancora identificato la donna rapinata della catenina, recuperata addosso ai marocchini arrestati. La donna infatti si è allontanata dalla zona prima dell'arrivo degli agenti.