Home Sport Sport Genova

Sampdoria, idea Keita Baldé per l’attacco

0
CONDIVIDI
Ramirez

A pochi giorni dall’esordio in campionato, previsto domenica sera allo Stadium contro i campioni d’Italia della Juventus, la Sampdoria resta vigile sul mercato per completare l’organico. Il brillante finale della scorsa stagione ha convinto Ranieri e la dirigenza: non c’era bisogno di una rivoluzione e così è stato, almeno fino ad ora.

I ritocchi, però, sono necessari per vivere un’annata con meno preoccupazioni rispetto a quella precedente. La Samp ha l’obiettivo e le possibilità di finire nella parte sinistra della classifica, ad oggi le quote dei più importanti siti di scommesse italiani, piattaforme che peraltro offrono una gran varietà di giochi online e passatempi come le slot da bar gratis, sembrano nutrire fiducia nei blucerchiati.

Obiettivo Keita per l’attacco

Ad oggi, l’unico acquisto di rilievo è quello del giovane talento danese Damsgaard: per il classe 2000, Ferrero ha messo sul piatto 6.5 milioni di euro che hanno convinto il Nordsjaelland. Va dato ovviamente tempo al ventenne centrocampista offensivo, è anche per questo motivo che ora in attacco si guarda ad un profilo capace di avere un impatto immediato in Serie A.

Intriga, allora, l’ipotesi Keita Baldé. Il 25enne attaccante è in uscita dal Monaco: coi monegaschi ha sì sommato 21 presenze nell’ultima Ligue 1 (interrotta per l’emergenza coronavirus), corredate da 4 gol e 2 assist (851 i minuti totali passati in campo), ma ad oggi l’ex Lazio è ai margini della prima squadra. La decisione è arrivata direttamente da Niko Kovac, nuovo allenatore della squadra del Principato, Keita può trovarsi una nuova squadra.

La Sampdoria è in cima alle sue preferenze, per diversi motivi: il giocatore resterebbe vicino alla sua famiglia, che vive proprio a Montecarlo, e in blucerchiato troverebbe anche suo fratello, Ibourahima: il 21enne arrivò in Liguria nel 2016, proveniente dall’Arezzo, e ha chiuso la scorsa stagione con la Primavera.

Keita Baldé andrebbe ad impreziosire un attacco già di alto livello: Quagliarella ha lanciato ottimi segnali in precampionato, da Bonazzoli ci si aspetta l’esplosione definitiva e con Gabbiadini si va sul sicuro. Proprio i problemi muscolari dell’ex Napoli hanno costretto il direttore sportivo Osti a mettere come priorità, in agenda, l’acquisto di un nuovo attaccante.

Le cifre dell’affare Keita

Keita ha un contratto col Monaco valido fino al 2022, con ingaggio da circa 4 milioni di euro netti a stagione. È palese che sia un compenso fuori budget per la Samp, ma i monegaschi hanno comunque interesse a non svalutare il cartellino del giocatore in vista di una futura vendita.

È per questo motivo che la soluzione del prestito con diritto di riscatto per la Samp, fissato a 12 milioni di euro, è una strada percorribile, col Monaco che si accollerebbe parte dello stipendio di Keita nella prossima stagione. Sarebbe indubbiamente un colpo a sorpresa che, comunque, rimarrebbe slegato dalla possibile cessione di Ramirez proprio alla compagine monegasca.

Le possibili cessioni

L’uruguaiano è nella lista dei cedibili: si era parlato di una ricca proposta proveniente dall’Arabia Saudita ma il discorso è caduto nel vuoto. Qualche proposta è arrivata anche dall’Italia (Verona su tutte), vedremo quale sarà il destino del trequartista che, lo ricordiamo, è in scadenza di contratto nel 2021 e vede quindi più o meno vicina l’ipotesi di liberarsi gratis.

Un’altra cessione, intanto, è imminente: parliamo di Murillo, a sua volta richiesto in Ligue 1, che tornerà a giocare nella Liga spagnola anche nella prossima stagione. Per il centrale difensivo si era fatto sotto il Valencia, alla fine il colombiano dovrebbe tornare al Celta Vigo, ancora in prestito proprio come nella seconda parte della scorsa stagione.