ARCHIVIO

Samp, Muriel "A Napoli venderemo cara la pelle"

GENOVA 5 GEN.  Due partite, una sconfitta e un pari in rimonta, un gol bellissimo ma inutile, una traversa. Il bottino recente di Luis Muriel al “San Paolo” non è proprio dei più esaltanti. «Spero di fare gol questa volta e di tornare a casa con una vittoria – dice il colombiano al microfono di Premium Sport -. L’anno scorso fu una bella partita: eravamo sotto 2-0, poi siamo riusciti a pareggiarla e quasi a vincerla. Vogliamo tentare di farlo sabato, anche se sarà difficile: il Napoli è una delle formazioni che giocano meglio e stanno facendo bene da tanti anni, ma noi siamo consapevoli dei nostri mezzi».

Condizione. «Sarà una bella partita, di quelle che vorresti giocare sempre – prosegue da Bogliasco l’attaccante -. Vogliamo dare il massimo: la Sampdoria vuole ripartire bene e ce la stiamo mettendo tutta per arrivare al “San Paolo” in grande condizione. Il bilancio sino a qui? Abbiamo perso qualche punto, potremmo avere una posizione migliore in classifica, ma credo sia stato un buon girone d’andata. Continueremo su questa strada, convinti di fare un buon campionato».

Continuità. Un voto al Muriel 2016/17 il diretto interessato non si sente di darlo. «Non mi piace dare voti, soprattutto a me stesso – taglia corto -. Le valutazioni le faranno le persone deputate. Io continuo a fare il mio lavoro, so che posso migliorare e cercherò di farlo. Sicuramente penso sia stato il miglior inizio di stagione da quando sono in Italia, anche perché sono più maturo. Disimpegnarmi in entrambe le fasi e la fiducia del mister mi stanno aiutando molto. La continuità di prestazioni sarà l’aspetto più importante per dimostrare la mia definitiva consacrazione».

Punte. «Siamo un bell’attacco – prosegue il numero 9 a proposito di punte -. Quagliarella è stato ed è tuttora uno dei grandi della Serie A italiana, Schick è un ragazzo che sta dimostrando di essere molto forte. Abbiamo un reparto offensivo ben fornito e a completa disposizione della squadra. Pavoletti? Credo che darà al Napoli sicurezza di avere un centravanti forte che garantisce tanti gol. Troveremo un avversario di livello, lo stiamo studiando e faremo di tutto per non farlo segnare. La concentrazione in questo senso sarà fondamentale: non dovremo concedere nulla agli azzurri».

Sto bene qui. Infine una battuta sul calciomercato. Un piacere o un peso essere oggetto del desiderio? «Mi inorgoglisce – ammette Muriel -, fa piacere essere apprezzato; non ti può pesare quando ti vogliono in tanti. In questo momento però penso solo alla Samp, non voglio avere altre idee in testa o pensieri perché non fanno bene né a me né al club. Sto bene qui e qui voglio continuare a fare bene».