ARCHIVIO

Salernitana-Spezia, Di Carlo "Mancata convinzione"

LA SPEZIA 23 GEN.  Al termine della sfida dell' "Arechi", che ha visto la Salernitana imporsi sulle Aquile grazie al sigillo di Coda realizzato al 43' della prima frazione, il tecnico cassinate Mimmo Di Carlo analizza così quanto avvenuto sul terreno campano: "Oggi siamo venuti all'Arechi convinti di poter fare una buona gara nonostante i tanti infortuni, ma abbiamo pagato a caro prezzo una ripartenza nel finale della prima frazione e torniamo a casa senza punti; credo che a parte il gol e la traversa colpita da Donnarumma, il primo tempo sia stato equilibrato, mentre nella ripresa il pallino del gioco è stato nelle nostre mani, ma non siamo stati incisivi e cattivi in zona gol: la squadra ha dimostrato di esserci, ma deve avere più convinzione.

Nella prima frazione abbiamo spinto poco sulle corsie laterali, ma nella ripresa abbiamo alzato il baricentro, appoggiando maggiormente la manovra ed andando alla conclusione in diverse occasioni, senza però trovare lo specchio della porta; sul gol di Coda abbiamo commesso un errore, anche se poi la conclusione è stata davvero straordinaria, ma avremmo dovuto leggere meglio la situazione in partenza.

L'obiettivo al momento è battere il Latina, pertanto nei prossimi giorni cercheremo di lavorare bene sulla testa dei ragazzi, perchè al "Picco" arriverà un Latina reduce da una grande vittoria contro il Verona e per risalire la china e rimetterci in carreggiata è fondamentale vincere in casa.

In vista dei prossimi impegni rientreranno sicuramente in gruppo giocatori importanti, ma chi era in campo oggi non si è risparmiato, ha dato tutto quello che aveva, senza però trovare il guizzo vincente, mentre la Salernitana ha forse messo qualcosa in più per portare a casa i tre punti; le assenze non devono essere un alibi, anche se 5-6 assenze importanti è inevitabile si facciano sentire, però quello che voglio è che la squadra sia più tosta e decisa, perchè a volte siamo un po' troppo leggeri in determinate situazioni e ciò non ci consente di esprimere le qualità che abbiamo.

Il mercato? Sicuramente qualcuno nei prossimi giorni arriverà, ma non dobbiamo disperdere quello che è il valore di questo gruppo che anche nelle difficoltà ha fatto vedere tante cose positive, bensì ripartire e lavorare con ancor più convinzione per tornare a vincere".