ARCHIVIO

Rovegno, devastata ex scuola che doveva ospitare 4 migranti

GENOVA. 13 SET. Episodio che farà sicuramente discutere ed avrà delle conseguenze quello avvenuto alcune settimane fa nell’ex scuola di Rovegno, dove sono stati devastati i bagni, otturate con cemento di pronta le tubature, scardinate alcune porte e rotte delle finestre.

I carabinieri hanno avviato un'indagine. A quanto pare, non si tratta di un semplice atto di vandalismo perché la scuola avrebbe dovuto ospitare dei richiedenti asilo e le devastazioni sono avvenute poco prima del loro arrivo.

Il Comune di Rovegno aveva infatti autorizzato l’accoglienza di 4 giovani migranti, provenienti dalla Cooperativa Sociale Dono del Don Orione, che avrebbero dovuto alloggiare proprio nella struttura presa d’assalto e devastata.

A raccontare i fatti è stato il sindaco Pinuccio Isola, che è davvero amareggiato per quanto è successo: “Sono dispiaciuto e rammaricato per quello che a mio parere non è un gesto da vandali, ma da veri e propri mafiosi. In democrazia si discute, si parla prima di agire. La nostra è una piccola comunità: aperta, democratica e solidale.

A compiere questo gesto sono state poche persone, due o tre al massimo. Non intendo dare spazio ad un gesto dettato dall’ignoranza. Nella nostra comunità abbiamo sempre aperto le porte e dato la possibilità di parlare e confrontarci su tutti i temi.

Si trattava solo di quattro persone, presunti rifugiati che potevano svolgere lavori socialmente utili ed erano seguiti da una persona stipendiata. Senza contare che chi poteva anche aver ragione, in questo modo passa dalla parte del torto.

Ora non si sa come andrà a finire. Delle indagini se ne occupano i carabinieri, senza contare che la Prefetta di Genova si è davvero arrabbiata per quanto è accaduto, ora non so come finirà”.

I danni alla struttura si aggirano intorno ai 25-30 mila euro. Impossibile in tempi rapidi riparare i danni e far entrare i migranti nell'ex scuola.

“Mi auguro che le istituzioni intervengano e ci diano una mano - ha aggiunto il sindaco Isola - perché bisogna fare in modo che questa gentaglia non l’abbia vinta. Hanno fatto un’azione mafiosa, dove alla base del gesto c’è l’ignoranza.”