ARCHIVIO

Rossetti (Pd) come Trump: difendiamo Cristoforo Colombo

GENOVA. Celebrazioni della scoperta dell'America (14 ottobre 1492). Dopo che ieri, nonostante l'odio e la folle strage di monumenti storici da parte dei soliti attivisti negli USA, il presidente Donald Trump ha annunciato le celebrazioni del Columbus Day, oggi anche Genova ha ricordato il grande navigatore.

Nel pomeriggio il vicepresidente del Consiglio regionale Sergio Rossetti (Pd) e la capogruppo comunale del pd a Tursi Cristina Lodi hanno partecipato al Corteo Storico dei Chiostri del Tempo di Colombo, che si è svolto a Genova.

Il programma ha visto la partecipazione di figuranti in costume medievale che, dalla casa di Cristoforo Colombo in piazza Dante, hanno sfilato in corteo in un percorso rievocativo dell’antica Repubblica attraverso le piazze, i sagrati e i chiostri più antichi della città fino alla rappresentazione, al Porto Antico, dello sbarco dell’ammiraglio e del suo equipaggio.

Un secondo corteo, dedicato alle nuove civiltà, é partito da piazza Garibaldi per congiungersi con il primo presso Palazzo Ducale.

«E’ importante mantenere la memoria di un evento che ha cambiato la storia del mondo e anche la sorte di Genova e delle altre repubbliche marinare. Ma la storia di allora - ha dichiarato Rossetti come aveva già fatto ieri Trump - ci impartisce lezioni sempre attuali: la scoperta dell’America mise in contatto l’Europa con nuove civiltà, nuovi popoli su cui venne esercitato uno spregiudicato sfruttamento e, qualche secolo dopo, una ondata migratoria, coatta, si sviluppò fra l’Africa e il Nuovo Mondo. Tutto questo ci insegna a guardare con occhi diversi quanto sta accadendo nel bacino del Mediterraneo: le migrazioni fanno parte della nostra storia e molto spesso non sono volute ma sono provocate da guerre, miseria e carestie. Non dobbiamo dimenticarlo».