ARCHIVIO

Revocati arresti domiciliari a Sanguineti, ma non può lasciare Lavagna

[caption id="attachment_206292" align="alignleft" width="960"] L'ex sindaco di Lavagna Giuseppe "Pino" Sanguineti e l'ex deputata Udc Gabriella Mondello[/caption]

GENOVA, 27 LUG. 'Ndrangheta, rifiuti e favori a Lavagna. L'ex sindaco Giuseppe "Pino" Sanguineti (ex Psi) ha ottenuto la revoca degli arresti domiciliari ed è tornato libero. Tuttavia, il giudice ha disposto che non potrà allontanarsi dal territorio comunale della cittadina del Tigullio.

Sanguineti era stato arrestato e messo ai domiciliari il 20 giugno scorso, insieme all'ex deputata Udc Gabriella Mondello.

Sanguineti ora è quindi indagato per abuso d'ufficio, ma a piede libero.