ARCHIVIO

Reperti archeologici nel mare di Bogliasco visitabili con la Soprintendenza

[caption id="attachment_204995" align="alignleft" width="728"] Reperti archelogici subacquei visitabili con la Soprintendenza[/caption]

GENOVA. 9 GIU. Accordo in Capitaneria di porto a Genova per visitare i reperti archeologici che si trovano sui fondali di fronte a Bogliasco.

Si tratta di due ancore e di un cannone scoperti casualmente nel 2014 e fino ad oggi inaccessibili.

Si trovano a circa 35 metri di profondità a circa due miglia dalla costa. I sub potranno essere accompagnati dagli esperti della Soprintendenza.

Proprio l'intenzione della Soprintendenza ai beni archeologici è quella di realizzare un sistema museale ligure che comprenda i beni subacquei sparsi nei fondali.