ARCHIVIO

REGIONE. ASSESSORE SALUTE MONTALDO: "QUESTIONI ELEZIONI SU SCELTE SANITA' PORTANO DISASTRI"

GENOVA 8 NOV. “Le regioni che hanno rinunciato ad intervenire nella sanità per problemi elettorali sono al disastro, non solo dei conti, ma anche dei servizi offerti ai cittadini. Come Liguria siamo riusciti a mettere in atto iniziative che in molte regioni d'Italia non sono state assunte, in considerazione di scelte politico-elettorali che non possono essere prese da metro per le decisioni”.

Lo ha detto ieri l'Assessore alla Salute della Regione Liguria Claudio Montaldo intervenendo alla Conferenza dei Servizi della “Asl 3 Genovese” nel Palazzo della Salute “Doria” a Genova Struppa.

“Bisogna che in tutto il Paese si vada ad una riorganizzazione sanitaria - ha continuato Montaldo - che non riguarda solo gli aspetti economici, ma la qualità. E la scelta delle regioni di ieri (mercoledi 6 novembre per chi legge, n.d.r.) di passare immediatamente all'attuazione dei costi standard, già dal 2013 va in questa direzione e cioè verso l'assunzione di una maggiore responsabilizzazione per garantire servizi migliori, attraverso una riorganizzazione”.

“Non è un caso - ha aggiunto l'Assessore alla Salute della Liguria - che le regioni che hanno più problemi economici sono anche quelle i cui servizi funzionano peggio”. Montaldo ha confermato che “[…[vi è necessità di trasferire ancora risorse dalla rete ospedaliera al territorio per assicurare ai malati cronici un'assistenza continua, senza fare ricorso all'ospedale”.

“Per far questo però - ha concluso l'Assessore di Piazza De Ferrari - servono maggiori certezze che solo l'attuazione del patto per la salute può dare, come tutti gli Assessori hanno chiesto, attraverso un incontro con il Ministro Lorenzin”

Marcello di Meglio