ARCHIVIO

Red carpet Rapallo: Crivello attacca Bucci-Toti, ma i sindaci li difendono

GENOVA. 15 GIU. Da un lato lo sviluppo del territorio. Dall'altro le polemiche M5S sul Red carpet di Rapallo. Ieri anche il Pd ed il candidato sindaco di Genova Gianni Crivello, attuale assessore comunale uscente, hanno attaccato il governatore Toti e il candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci, ex Ad di Liguria Digitale.

"Genova per noi - ha dichiarato Crivello - è onesta e trasparente. Decisamente meno per il Presidente della Regione Giovanni Toti che trafuga 30.000€ pubblici dalle casse di Liguria Digitale quando ancora il suo amico Marco Bucci ne era Amministratore Delegato. 30.000€ di tappeto rosso che dovevano essere pagati da Carispezia e invece pesano sulle spalle di ignari cittadini. 30.000 non erano i posti di lavoro promessi dal suo fantomatico programma? Forse abbiamo frainteso".

Dura la replica di Toti: "Capisco che da amministratore inetto qual è il candidato-sindaco Crivello non capisca come funzionano le procedure amministrative e le società controllate. D'altra parte le ha distrutte, indebitate e fatte quasi fallire tutte. Ma le procedure amministrative per il Red carpet del Tigullio sono perfettamente regolari e lecite. Così come i pagamenti effettuati in tutta trasparenza da Liguria Digitale per conto della Regione. Posso capire che Crivello e soci non capiscano quell'iniziativa (se l'avessero capita mi sarei preoccupato e avrei pensato di aver sbagliato) ma non può permettersi di usare il verbo 'trafugato' che esplicitamente ci accusa di comportamenti meno che leciti. Quindi chieda scusa o saremo costretti a difendere la nostra specchiata onestà nelle sedi opportune. Sono Crivello e soci gli unici ad aver "trafugato" per troppi anni la speranza e il futuro ad una città".

Inoltre, i rappresentanti locali del centrodestra, tra cui il consigliere regionale Alessandro Puggioni, e tutti i sindaci del Tigullio orientale hanno difeso l'idea vincente della Regione Liguria: "che ha portato turisti, italiani e stranieri, dando un'ampia visibilità mediatica a livello nazionale ed internazionale. Quello che conta è lo sviluppo del territorio".