ARCHIVIO

Raid punitivo con spranghe e bastoni: 10 maghrebini contro 2 italiani

[caption id="attachment_210242" align="alignleft" width="673"] Una rissa a colpi di bastone (foto di repertorio)[/caption]

IMPERIA. 17 LUG. Agguato all'alba di una decina di immigrati violenti e vendicativi contro due italiani a Sanremo: 4 tunisini arrestati.

Stanotte gli addetti all'ingresso del "K Beach Club" non hanno fatto entrare due di loro nella discoteca di corso Marconi. Anziché andare a far baldoria altrove, come altri avventori, italiani e stranieri, respinti all'ingresso perché non avrebbero prenotato il tavolo, hanno rimuginato per ore. Quindi, hanno chiamato i loro amici ed organizzato la spedizione punitiva.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, una decina di maghrebini, armati di spranghe e bastoni, alla chiusura del "K Beach" hanno atteso fuori dal locale i due addetti all'ingresso "colpevoli" solo di avere respinto i loro amici. Poi hanno cominciato a menare fendenti. I giovani sanremesi, che se ne stavano tornando a casa dopo il lavoro, si sono difesi. Altre persone hanno chiamato il 112.

I carabinieri sono tempestivamente intervenuti e, insieme agli agenti di una pattuglia della polizia, sono riusciti a fermare l'aggressione prima che si trasformasse in un massacro. Alla fine della rissa, i militari hanno arrestato 4 tunisini. Gli altri componenti della banda sono riusciti a fuggire.

I due giovani sanremesi sono stati medicati in ospedale, ma per fortuna non hanno riportato gravi ferite. I carabinieri hanno sequestrato i bastoni e le spranghe degli immigrati violenti.

La direzione del "K Beach" ha ringraziato le forze dell'ordine che sono intervenute, salvando i due addetti all'ingresso ed evitando "conseguenze ben peggiori".