ARCHIVIO

Raccolta differenziata a domicilio con zone colorate: via a fine 2016

[caption id="attachment_198677" align="alignleft" width="680"] Raccolta differenziata e riciclo porta a porta: a Genova si comincia a fine 2016[/caption]

GENOVA. 18 APR. Il Comune potrebbe investire circa "15 milioni di euro" sulla raccolta differenziata a domicilio. L'obiettivo è arrivare alla quota del 40 per cento entro il 2016 e del 65 entro il 2020.

Il progetto del Consorzio nazionale per il recupero degli imballaggi in collaborazione con Amiu e Comune è stato presentato oggi a Tursi dal responsabile del Conai per i Rapporti Luca Piatto e dall'assessore all'Ambiente Italo Porcile.

Il piano una "zonizazzione" della città in quattro colori: verde per le zone "vocate" (19.141 abitanti) giallo "a prevalente vocazione" (102.669 abitanti) arancione con fattori penalizzanti" (306.238 abitanti) e rosso "scarsamente vocate" (165.180 abitanti).

Le zone interessate, che partiranno per prime, saranno quelle verdi e gialle tra fine 2016 e inizio 2017 (Levante, Media Val Bisagno, Valpolcevera, Ponente), seguite nella seconda metà del 2017, 2018 e 2019 dalle zone arancioni e rosse (Centro Ovest, Centro Est, Bassa Val Bisagno, Medio Ponente e Medio Levante).