ARCHIVIO

RACCOLSE 8 ARANCE DAL TERRENO DEL PADRONE DI CASA CHE LO DENUNCIO'. ASSOLTO

IMPERIA. 12 OTT. E' stato ieri assolto in Corte di Appello dall'accusa di furto per aver rubato 8 arance, l'accusa è infatti stata derubricata in "raspollamento".

Protagonista un immigrato nordafricano che era stato condannato in primo grado dal tribunale di Ventimiglia a 8 mesi con la sospensione della pena, dopo una denuncia fatta da un ristoratore di Bordighera, tale Andrietti.

I fatti risalgono al 2007, quando l'immigrato, che abitava in un casolare di proprietà del ristoratore, a Vallecrosia, raccolse le arance da un terreno di proprietà del padrone di casa.

Il proprietario denunciò il suo inquilino. Poi la difesa ottenne la derubricazione ed in Appello l'assoluzione.