ARCHIVIO

Questa sera a La Claque Guido Catalano, il poeta, scrittore e performer torinese

GENOVA. 10 FEB. Per festeggiare l’uscita della sua ultima fatica, Guido Catalano, dal 4 febbraio fino al 14 maggio, torna in tour per calpestare ancora una volta gli stage dei più prestigiosi live club italiani. Questa sera, venerdì 10 febbraio, sarà a Genova a La Claque.

Il poeta, scrittore e performer torinese più chiacchierato nel nostro Paese, si rimette in marcia per svelare i versi del suo nuovissimo libro di poesie, intitolato Ogni volta che mi baci muore un nazista (in uscita il 2 febbraio 2017 per Rizzoli), e farli riecheggiare in tutto lo Stivale con una nuova, lunga, serie di esibizioni live. Perché  Catalano, in fondo, il sogno giovanile di fare la rock star non lo ha mai del tutto abbandonato, anche quando si è innamorato perdutamente della poesia, e così per le sue esibizioni, più simili a concerti di parole che a semplici reading, sceglie sempre palchi dalle assi intrise di musica.

In Ogni volta che mi baci muore un nazista, Catalano ha raccolto 144 poesie inedite (in realtà molte di più ma a lui piaceva molto, ma proprio molto, il numero 144) disegnando un nuovo coinvolgente viaggio nelle umane emozioni, illuminato dal suo stile inconfondibile. Un modo unico di raccontare i sentimenti e la vita, dannatamente romantico e irresistibilmente comico, che lo ha reso un vero caso editoriale, un criminale poetico seriale, l’ultimo dei poeti o semplicemente un artista in grado di stravolgere le categorie e di occupare uno spazio del quale si ignorava soltanto l’esistenza.

Ad attendere il pubblico dell’Ogni volta che mi baci muore un nazista live tour, gli irrinunciabili cavalli di battaglia e le novità contenute nel nuovo libro: poesie perfette per far innamorare di sé e di Guido Catalano la propria amata; PFR (Poesie di Fine Rapporto) da non usare per corteggiare; poesie allegre per sorridere e poesie tristi per realizzare che la tristezza è solo un momento passeggero che capita a tutti; ritratti poetici di donna; dialoghi sull’amore, sulla vita e tante occasioni per baciarsi e dire addio a un nazista.

FRANCESCA CAMPONERO