ARCHIVIO

Processo Belsito, in aula a Genova l'ex vicepresidente del Senato

GENOVA. 25 GEN. Processo Belsito in Tribunale a Genova. Oggi è stata ascoltata come testimone Rosi Mauro, ex leghista ed ex vicepresidente del Senato, nel processo sulla presunta maxi truffa ai danni dello Stato.

L'ex esponente politico, tra numerosi "non ricordo" ha in sostanza preso le distanze dall'ex leader del Carroccio Umberto Bossi. Secondo Mauro, la linea della passata gestione della Lega Nord era quella di investire i soldi come meglio riteneva, anche in Tanzania e a Cipro. Bossi, quindi, avrebbe saputo come venivano spesi ed investiti quei soldi.

Il Senatùr, però, ha sempre sostenuto di non sapere nulla di come venissero spesi ed investititi i soldi del Carroccio perché si occupava, in pratica, solo della linea politica del Movimento leghista.

Oltre a Bossi e Belsito sono a processo i tre ex membri del comitato di controllo dei bilanci, Stefano Aldovisi, Diego Sanavio e Antonio Turci, oltre agli imprenditori Paolo Scala e Stefano Bonet. I primi cinque sono accusati di truffa ai danni dello Stato, poiché chiesero e ottennero dal Parlamento oltre 40 milioni di euro che avrebbero usato anche per scopi personali. Gli imprenditori sono accusati insieme con Belsito di riciclaggio, perché avrebbero collaborato al trasferimento all'estero di parte dei fondi ottenuti. Al solo Belsito viene contestata anche l'appropriazione indebita. L'udienza proseguirà il prossimo 22 febbraio. La sentenza è prevista per aprile.