Home Sport Sport Genova

Pro Vercelli-Entella 1-1, buon pari per i chiavaresi

0
CONDIVIDI
Entella

Un pareggio giusto nella sostanza che aveva illuso l’ Entella protagonista di un primo tempo esemplare sotto tutti i punti di vista tanto da far uscire dal campo la Pro Vercelli tra qualche fischio e molte perplessità. A tanta lucidità ha fatto seguito un secondo tempo di confusione di paura di vincere di poca incisività. Chiariamo subito che un punto a Vercelli è tutt’ altro che da buttare visto che la squadra di Grassadonia dopo la debacle interna con il Foggia aveva battuto Novara ed Empoli riscattando una partenza non brillante ma la sensazione di un occasione persa, pur senza togliere meriti ai piemontesi, rimane.

 

Aglietti alla sua terza partita conferma lo schieramento di sabato scorso con Palermo, Ceccarelli ed Aramu ancora indisponibili e con Luppi non ancora al top. L’ Entella è chiamata a confermare i miglioramenti mostrati sia ad Avellino che contro il Venezia, progressi di gioco ma anche e soprattutto di mentalità con giocatori più convinti e fiduciosi delle proprie potenzialità. L’ avvio di partita vede un Entella sorniona che studia l’ avversario ed inizia a lavorarlo ai fianchi con le incursioni di De Luca e Brivio a sinistra e di Belli e Nizzetto a destra. Con il passare dei minuti De Luca diventa una spina per la difesa di Grassadonia e non è un caso che dal suo sinistro sia partito quel cioccolatino che al 20 ha permesso a La Mantia di rinnovare l’ appuntamento con il gol, proprio lui che è un ex e per questo motivo non ha mostrato esultanza.


Da li in poi l’ Entella ha in mano la partita e la Pro è come un pugile in attesa del ko.  Vives non riesce quasi mai ad innescare i compagni e in avanti Morra e Raicevic ricevono le briciole e non incidono. L’Entella forse in questo frangente ha il torto di non riuscire in questa impresa. per un piaio di volte ci vanno vicino gli uomini di Aglietti. Prima Crimi sugli sviluppi di una punizione insidiosa di Nizzetto raccoglie la respinta e sibila il palo alla sinistra di Marcone, quindi De Luca inizia un altra azione da sinistra mette in profondità per Crimi che crossa al centro un pallone a metà strada tra La Mantia e De Luca con la difesa di casa che in affanno respinge. Ad inizio ripresa Grassadonia inserisca Firenze per lo spento Germano ma è la Pro tutta a cambiare atteggiamento complice anche un certo attendismo da parte dei biancocelesti.

Con il passare dei minuti i piemontesi intensificano gli attacchi e per assurdo colpiscono l’ Entella proprio nello stesso punto in cui sono stati colpiti grazie alle incursioni di Mammarella a sinistra dal cui piede insidiosi cross verso la porta di Iacobucci. L’ Entella non riesce più a distendersi, qualche errore di precisione e troppa apprensione impediscono a La Mantia e De Luca di tenere la palla distante dai sedici metri ospiti. La Pro sfiora il gol con Bifulco che sotto misura grazia Iacobucci, vede un gol annullato a Raicevic e meritatamente pareggia con cross preciso di Mammarella e altrettanto tempestivo inserimento di Bifulco che gira di testa imparabilmente. L’ Entella a questo punto si sveglia dal torpore. Aglietti inserisce prima Luppi per De Luca quindi azzarda Diaw per Nizzetto nell’ intento di limitare le discese di Mammarella.

Il bilancino della partita torna in equilibrio e L’ Entella torna a produrre qualcosa in avanti proprio allo scadere : azione di Luppi a sinistra cross sul secondo palo per Diaw che mette in mezzo qualcosa a metà tra un tiro ed un cross che passa pericolosamente davanti a Marcone ma esce a lato. La partita finisce con la giusta soddisfazione di tutti i protagonisti anchese come detto la sensazione di un altra occasione persa rimane anche in mister Aglietti che pur rilevando altri progressi sente sempre di piu la mancanza di quella vittoria che potrebbe sbloccare la sua squadra e darebbe la giusta serenità e consapevolezza per il prosieguo di un campionato sempre più complesso e compatto,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here