ARCHIVIO

Principe, arrestate borseggiatrici nomadi: giudice le lascia libere

GENOVA. 5 OTT. Nei giorni scorsi aveva denunciato di avere subìto un furto da parte di due giovani nomadi in gravidanza. Ieri le ha riconosciute mentre stavano cercando di borseggiare una turista straniera di una comitiva di crocieristi.

La vittima del furto, una donna genovese, ha quindi avvertito la polizia e le ha fatte arrestare.

L'episodio è successo nella stazione ferroviaria di Genova Principe.

Le borseggiatrici per rubare approfittavano della calca nell'atrio della stazione durante le operazioni di salita e discesa dei passeggeri dai treni.

Oggi, però, il giudice del processo per direttissima, dopo avere convalidato l'arresto, le ha subito scarcerate disponendo nei confronti delle due nomadi il divieto di dimora in Liguria.