Home Politica Politica Genova

Prefetta di ferro: centri migranti non negoziabili. Bucci: disponibile a tornare a Multedo

32
CONDIVIDI
La Prefetta di Genova Fiamma Spena

“Questi provvedimenti non sono negoziabili perchè ogni volta che una popolazione, per motivi talvolta non sempre comprensibili, dovesse rifiutare l’accoglienza dei migranti, metteremmo in discussione i principi stabiliti ad un tavolo non solo dal ministro dell’Interno, ma dalla Conferenza Stato-Regioni e dalla Conferenza Anci-Ministero dell’Interno”.

Lo ha dichiarato oggi la Prefetta di Genova Fiamma Spena, commentando la situazione in città e la mobilitazione di pacifici anziani, donne e bambini di Multedo contro il centro migranti imposto dalla Prefettura, in collaborazione con la Curia, nell’ex asilo Govone di via delle Ripe.

“Bisogna stare calmi e andare avanti col programma – ha invece riferito il sindaco Marco Bucci – che è il migliore trovato fino adesso. Invito tutti a mantenere la calma ed a fare le cose come si devono fare in una città moderna. Sono disponibile ad incontrare nuovamente i cittadini qualora ve ne fosse la necessità”.


 

 

32 COMMENTI

  1. …se li porti nel suo quartiere signora prefetta…andremo a votare in primavera e questa volta il suo partito ******* prenderà una mazzata da guinnes dei primati!Visto il ruolo che ricopre alzi il telefono e ordini delle indagini su cosa succede in questi centri che non sono altro che un luogo dove la maggior parte degli ospiti traffica stupefacenti!Si faccia un giro in via Edera,ordini un controllo con unità cinofile e poi magari capirà qualcosina!

  2. Ho riempito fb di commenti perché questo atteggiamento é tirannico nei confronti dei cittadini italiani. Decidono dall alto a tavolino sulla pelle del prossimo anche perché non sono loro che avranno problemi di invasione . sono disgustata da questa ipocrita democrazia che ti lascia la libertà solo di lasciarti senza speranza perché non conti niente. Tutto viene deciso da altri.

  3. Ma i delinquenti…non guardano in faccia nessuno carO PrefettO, quanto il SUO stipendio? Vice del Governo? Ma se non lo ha eletti NESSUNO dovrebbe avere un bricciolo di “quello” come si chiama. Comunque stia tranquillO che a votare non saremo 4 gatti. E se vinciamo,avrà da mordere quel tavolo a cui si appoggia.

  4. Piano kalergi … e poi la chiamano democrazia.
    Ps: molto interessante è il libro di David Vecchi sullo pseudo suicidio di David Rossi. Descrive molto bene tutte le indagini quanto meno superficiali nonché la distruzione delle prove

  5. Nessun prefetto e ministro lo vota il popolo. Eppure impongono il loro volere contro quello del popolo sovrano. C è qualcosa che non mi quadra. Somiglia a quella dittatura tanto negata dalla sinistra.

  6. A e questa la predetta che ci obbliga a prendere chi decide lei ma noi cosa siamo cosa contiamo nulla nulla sono d’accordo con la chiesa quindi ::::è meglio che non continuo se no sai cosa esce da questa bocca

  7. Non tutte le forme di dittatura ricorrono a metodi drastici, alcune possono essere più subdole: ti tolgono la libertà, ma lo fanno un po’ per volta, che quasi non te ne accorgi, anzi, ti abitui (così non ti sentirai mai spinto a reagire).
    Mai sentita la storia del rospo nella pentola piena d’acqua?
    Pare che, immerso nell’acqua fredda, facendo salire la temperatura lentamente si sia ritrovato “cotto” senza essere saltato fuori in tempo…!

  8. è semplicemente una esegui ordini del governo che è stato votato, e questa è la naturale conseguenza di votare alla carlona, vedremo se si voterà il prossimo anno….ad ogni modo stanno già preparando un piattino avvelenato al prossimo governo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here