Home Cronaca Cronaca Genova

Porto, officina riparava auto e moto dei camalli senza rispettare norme ambientali

0
CONDIVIDI
Officina irregolare sequestrata dalla Guardia Costiera in porto a Genova

Operazione della Guardia Costiera nei giorni scorsi in porto a Genova, dove i militari hanno sequestrato un’officina semi abusiva scoperta nell’area delle Riparazioni Navali e utilizzata per aggiustare carrozzerie e parti meccaniche di auto, furgoni e moto dei portuali e di loro amici.

La presenza di una scorta di pezzi di ricambio, sempre per autoveicoli, all’interno dei magazzini della medesima ditta ha reso evidente che tale attività, difforme rispetto all’uso previsto dell’area, fosse tutt’altro che sporadica.

Il titolare genovese dell’attività irregolare è stato quindi denunciato all’Autorità giudiziaria e sanzionato per violazioni delle normative ambientali perché sprovvisto dello scarico delle acque reflue industriali e le emissioni in atmosfera necessari per le lavorazioni (rischia una multa fino a 15.500 euro).

L’intera area operativa dell’officina e dei magazzini, corrispondenti a oltre 800 metri quadrati, è stata messa sotto sequestro.