ARCHIVIO

Piazzale Kennedy, tredici migranti al lavoro per sistemarlo

[caption id="attachment_215209" align="alignleft" width="728"] Tredici migranti al lavoro per sistemare piazzale Kennedy[/caption]

GENOVA. 25 AGO. Sono tredici i migranti volontari che da un paio di giorni, con il supporto di due operatori Ilva inseriti nei Progetti dei lavori socialmente utili gestiti dal Comune di Genova, sono impiegati nei lavori di pulizia e riassetto di piazzale Kennedy e Vittorio Veneto.

Si tratta di quattro ragazzi del Gambia e nove ragazzi della Nigeria, divisi in due squadre che stanno approntanto la pulizia e la verniciatura delle cancellate di corso Marconi.

L’intervento complessivo, realizzato da Aster e Amiu per migliorare le condizioni dell’area in vista della celebrazione finale del Congresso Eucaristico Nazionale di domenica 18 settembre e del Salone Nautico che si aprirà due giorni dopo, comprende interventi significativi sulla pavimentazione del piazzale e sui bordi delle aiuole, sul lato di corso Marconi e sul lato scogliera, la pulizia delle stesse e la rimozione di oggetti ingombranti, il diserbo e la pulizia, la rimozione e l’accatastamento dei new-jersey e il livellamento della parte sterrata.

L’attività dei migranti rientra nel Progetto, già in atto da tempo sul territorio cittadino, varato dall’assessorato alle Manutenzioni, la Direzione Area Servizi del Comune di Genova, il Municipio Medio Levante con il Consorzio Agorà, Aster e Amiu.