ARCHIVIO

Per i migranti 700 m2 in via Venti, Doria insiste: è giusto che sia così

[caption id="attachment_213711" align="alignleft" width="370"] Il sindaco Marco Doria con alcuni immigrati[/caption]

GENOVA. 23 AGO. Per i migranti (circa 25) un alloggio di 700 m2, perfettamente ristrutturato e dotato di tutti i comfort, nella prestigiosa via Venti Settembre. Per anziani e bimbi di famiglie indigenti genovesi le periferie degradate e i caruggi, sotto assedio della criminalità. Per il sindaco Marco Doria è giusto che sia così.

“La decisione della Prefettura di destinare un appartamento inutilizzato del demanio per ospitare alcune famiglie con minori di rifugiati in Italia è occasione per sollevare un polverone polemico che offende le tradizioni di civile accoglienza di una società solidale. Confondere l’accoglienza a persone disperate con la necessità di fare rispettare con rigore le norme – questo sì un dovere per tutti: per chi le deve fare rispettare e per chi le deve rispettare – è soltanto un’operazione di propaganda politica”.

Lo ha dichiarato poco fa il sindaco di Genova Marco Doria, dopo che residenti e commercianti genovesi del centro città hanno deciso di scendere in piazza, con una manifestazione pacifica e democratica, per dire NO ai nuovi immigrati in via Venti Settembre.

L'appuntamento è alle 19 davanti al civico 11, accanto al Mercato orientale.

Stasera ci saranno anche le telecamere di Rai3 e della trasmissione televisiva "Dalla Vostra Parte" di Rete4.