ARCHIVIO

Pd-Kabul, cacciato dal partito vigile fuoco coraggioso: ha ammesso i fatti su G8

ANCONA. 23 LUG. Cancellazione dall'anagrafe degli iscritti e dall'albo degli elettori per Diego Urbisaglia, consigliere comunale e provinciale del Pd di Ancona.

Il vigile del fuoco 39enne, l'altro giorno su Facebook, in occasione della ricorrenza della morte di Carlo Giuliani, aveva ammesso i fatti del G8 del 2001 spiegando, in sostanza, che il carabiniere che sparò in piazza Alimonda aveva agito per legittima difesa. Pertanto, il giovane manifestante genovese non può essere considerato una vittima-eroe.

I toni usati dal consigliere del Pd, tuttavia, avevano suscitato polemiche. Lui si era scusato, ma aveva coraggiosamente confermato il concetto, peraltro sempre confermato anche dalla magistratura.

La cancellazione è stata decisa stamane all'unanimità dalla Commissione comunale di garanzia del Partito Democratico. Si tratta in pratica dell'espulsione. Diego Urbisaglia, sentito oggi dalla Commissione, ha deciso di auto sospendersi dal Pd-Kabul.

http://www.ligurianotizie.it/ora-nel-pd-ce-chi-ammette-i-fatti-giuliani-non-e-vittima-eroe-carabiniere-sparo-per-legittima-difesa/2017/07/21/254763/