ARCHIVIO

Pastorino (RaS): no all'ingresso dei privati in Atp

[caption id="attachment_194958" align="alignleft" width="700"] Una manifestazione dei lavoratori Atp nel centro di Genova: Rete a Sinistra ribadisce il no all'ingresso dei privati[/caption]

GENOVA. 20 APR. "Rete a Sinistra ribadisce la sua contrarietà alla decisione di ATP spa di non esercitare il diritto di prelazione sulle azioni messe in vendita da Smc, permettendo così a un nuovo socio privato di entrare, senza gara, nella proprietà di un'azienda a partecipazione pubblica, in un modo peraltro non esente da perplessità procedurali che, a nostro avviso, non sono del tutto risolte".

Il capogruppo regionale Ras Gianni Pastorino oggi conferma il suo no all'ingresso dei privati in Atp: il trasporto pubblico deve rimanere pubblico.

«Siano date indicazioni precise sul mantenimento della maggioranza azionaria in mano pubblica - ha aggiunto Pastorino - sono indispensabili garanzie sul piano occupazionale: un livello minimo di garanzia che andrebbe però ampliato anche al resto della gestione complessiva, per esempio alla qualità e alle modalità di erogazione del servizio. E' preoccupante l’affossamento dell’agenzia regionale per il trasporto, per motivi tutti politici».