ARCHIVIO

PARCO DELL’ ANTOLA LA SITUAZIONE. FANGO E DETRITI NEL BRUGNETO

GENOVA. 18 OTT. Il Presidente Ente Parco Regionale Antola, Roberto costa, sconsiglia di percorrere il percorso escursionistico del Parco dell'Antola denominato “Anello del Brugneto” che è in attesa di una prima messa in sicurezza e di indispensabili lavori di riparazione, a causa dell’alluvione che ha trascinato un mare di fango e detriti che, sceso dai rivi a monte, ha invaso il lago del Brugneto.

Il territorio del Parco, in particolare nei Comuni di Montebruno, Propata, Rondanina, Torriglia e Valbrevenna, è stato devastato dall'alluvione, sono una quindicina i centri abitati tuttora isolati (fra gli altri Pentema, Casaleggio, Olcesi, Obbi), decine le frane cadute e le attività economiche colpite da questo evento.

A Torriglia il Torrente Laccio ha in parte modificato il suo percorso andando ad erodere il terrapieno su cui sorge il Centro di Turismo Equestre, a Valbrevenna il Comune è riuscito ad aprire un percorso di fortuna nell'alveo del torrente per raggiungere le località, ora non più isolate, di Tonno, Piancassina e Senarega.

Ovunque le Amministrazioni comunali, coadiuvate da personale del Corpo Forestale dello Stato, della Protezione civile e dai volontari, sono al lavoro per il monitoraggio dei danni, che appaiono di giorno in giorno più estesi, e per porre rimedio alle situazioni più urgenti, con la speranza che possano rapidamente avviarsi finanziamenti e procedure per la messa in sicurezza di un territorio così martoriato.