Home Sport Sport Genova

Pallanuoto, A2M: Quinto porta Salerno a gara 3

0
CONDIVIDI

Concluse le partite di ritorno delle finali playoff del campionato di serie A2 maschile di pallanuoto.

La Roma Nuoto è la prima ad approdare in serie A1. A Bologna batte 11-9 la President Bologna e chiude la serie sul 2-0 (7-5 a Roma sette giorni fa). A Salerno la partita tra Campolongo Hospital RN Salerno e Genova Quinto B&B Assicurazioni si decide di nuovo ai tiri di rigore (6-6 dopo il risultato al termine dei quattro tempi regolamentari) ma questa volta vince il Genova Quinto B&B Assicurazioni che si impone 11-10 e porta Saleno allo spareggio. In gara 1 la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno aveva vinto 11-9 a Genova, sempre ai rigori (7-7 i regolamentari). La terza partita si giocherà martedì 26 giugno a Genova Albaro alle ore 21.

FINALI PLAY OFF GARA 2

PRESIDENT BOLOGNA-ROMA NUOTO 9-11 (serie 0-2)
BolognaRoma23 06

PRESIDENT BOLOGNA: Mugelli, Martelli, Gadignani, Baldinelli 3, Moscardino, Dello Margio, Marciano 1, Belfiori 1, Pasotti, Pozzi, Cocchi 2, Tonkovic 2, Bonora. All. Risso,
ROMA NUOTO: De Michelis, De Santis, Faraglia, Moroni 1, De Robertis 2, Navarra, Camilleri 4 (2 rig.), Innocenzi 1, Lapenna 1, Calcaterra 1, Africano 1, Narciso, Pinci. All. Gatto.
Arbitri: Bianco e Colombo.
Note: parziali 2-1, 2-2, 4-4, 1-4. Espulso Pasotti (B) per proteste nel quarto tempo. Mugelli (B) para un rigore ad Innocenzi (R) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: President Bologna 5/8, Roma Nuoto 5/10 + 3 rigori. Spettatori 500 circa.
Cronaca. La Roma Nuoto raggiunge la serie A1 vincendo con molta fatica in casa della President Bologna, in vantaggio per 3/4 della sfida. I padroni di casa trovano la prima rete del match con Baldinelli, De Robertis pareggia ma Tonkovic realizza il 2-1 dei ragazzi di Risso a fine primo tempo. La seconda frazione termina in parità (2-2): Moroni realizza il momentaneo pareggio, Tonkovic e Baldinelli portano gli emiliani avanti di due lunghezze ma Innocenzi, a pochi secondi dalla fine, accorcia di nuovo le distanze e si al cambio campo 4-3. Si conclude in totale equilibrio anche il terzo periodo (4-4) e ad otto minuti dalla fine il punteggio è 8-7 per i bolognesi che vedono gara3. Gli ospiti però ribaltano tutto nell’ultima e decisiva parte di gara (4-1 il parziale) grazie ai centri di De Robertis, La Penna e la doppietta di Camilleri; per gli avversari trova la via del gol soltanto Cocchi.

CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO-GENOVA QUINTO B&B ASS 10-11 dtr (serie 1-1)
salerno 2
CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO: Santini, Luongo 1, Agostini, Polifemo, Scotti Galletta, Gallozzi 2, Fortunato, Cupic 2, Saviano, Parrilli, Spatuzzo, Pica 1, Gregori. All. Citro
GENOVA QUINTO B&B ASSICURAZIONI: Pellegrini, Percoco, Villa, Mugnaini, Brambilla Di Civesio 1, Bianchi, Gavazzi 1, Palmieri 1, Boero 1, Bittarello, Gitto, Amelio 2 (1 rig.), Baldineti. All. Luccianti
Arbitri: Lo Dico e Paoletti
Note: parziali 2-1, 3-3, 1-2. Risultato finale: 10-11 dtr. Usciti per limite di falli Amelio (G) e Gitto (G) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Campolongo Hospital RN Salerno 4/10, Genova Quinto 0/10. Spettatori 1000 circa.
Cronaca. A Salerno, il Genova Quinto espugna la piscina Simone Vitale, davanti a circa mille spettatori, e raggiunge gara tre. Anche questa volta, come all’andata, decidono i tiri dai cinque metri. Avvio di partita equilibrato con Brambilla Di Civesio che replica alla rete iniziale di Cupic. Poi di nuovo Cupic va a segno e insieme a Gallozzi porta i compagni sul 3-1. Gavazzi accorcia, ma Luongo sigla il nuovo +2. Gli ospiti non si scompongono e raggiungono il 4-4 con Amelio e Boero. In extremis Gallozzi consente alla propria squadra di andare sopra di una rete prima della fine del secondo tempo. Nel terzo la formazione ligure, costretta sempre ad inseguire, riesce a rimanere aggrappata agli avversari, il tabellone segna 6-6 al termine del periodo. Negli ultimi otto minuti nessuna delle due formazioni va a referto; il punteggio rimane invariato e si va ai rigori. Agli ragazzi di Citro risulta fatale l’errore di Parrilli, al terzo tiro, mentre i tiratori di coach Luccianti vanno tutti a bersaglio.