ARCHIVIO

Pachistani picchiano prostituta in corso Perrone: arrestati

GENOVA. 1 FEB. Questa notte la polizia ha arrestato due pachistani regolarmente soggiornanti, rispettivamente di 29 e 48 anni, per rapina e lesioni in concorso.

La vittima, una prostituta nigeriana di 26 anni, dopo essere stata avvicinata in strada dai due uomini per contrattare una prestazione sessuale, è stata aggredita violentemente con calci e pugni fino a quando, crollata a terra, è stata rapinata della borsa contenente due banconote da 50 euro.

La donna, nonostante i due stessero già tentando la fuga, ha cercato di inseguirli reclamando la restituzione del denaro.

A quel punto il 26enne è tornato indietro percuotendola nuovamente e minacciandola di morte se avesse chiamato le forze dell’ordine.

Per fortuna un cittadino residente in zona, avendo assistito all’intera scena, ha contattato il 113, permettendo l’intervento tempestivo della Polizia.

Difatti, in pochi minuti sono arrivate quattro pattuglie che, ben coordinandosi tra loro, hanno dapprima circoscritto l’area sbarrando ogni possibile via di fuga per poi intervenire e bloccare i due rapinatori, uno dei quali mentre ancora picchiava ancora la nigeriana, l’altro mentre correva in via Perini.

La vittima è stata accompagnata con un’ambulanza presso il pronto soccorso dell’ospedale San Martino dove è stata refertata con una prognosi di 7 giorni, mentre i due pachistani sono stati tradotti presso il carcere di Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.