ARCHIVIO

OMICIDIO SANREMO, IL PM ZUCCA ROMPE IL SILENZIO: "MI DISPIACE MA HO APPLICATO LA LEGGE"

er aver ucciso il 28 aprile del 2006, Luciana Biggi, la sua ultima fidanzata. "Mi dispiace per i genitori ma ho applicato la legge... Ci sono momenti drammatici nella vita di ogni magistrato o di ogni poliziotto in cui ci si rende conto che con la legge non sì può fare nulla". "Credo - prosegue il PM - che seguendo un caso di omicidio se la persona sospettata non ha un ordine di custodia cautelare è perché non ci sono gli estremi". "Se Mastella chiede gli atti - conclude Zucca - potrà esaminare e restituirà l'onore, forse, ad una magistratura che si è comportata, credo, professionalmente". Enrico Zucca, magistrato da più di vent'anni, si è occupato di gravi casi, quali l'inchiesta su Donato Bilancia, reo di 17 omicidi, o l'inchiesta sugli episodi avvenuti nella scuola Diaz nel 2001, durante il G8, inchiesta che vede coinvolti quali imputati il capo della Polizia oltre a diversi ufficiali.
Solidarietà nei confronti del PM Zucca, arriva anche dalla sorella di Luciana Biggi, Bruna, che ha dichiarato pubblicamente di avere piena fiducia nella Magistratura e in particolare del PM Zucca. L.B. (nella foto: il PM Enrico Zucca durante un'udienza).