ARCHIVIO

Non solo Ventimiglia, tubercolosi in questura a Genova: contagiato poliziotto

GENOVA. 20 MAG. Non solo pericoli sanitari per le forze dell'ordine che operano a Ventimiglia. Ora accade anche a Genova. Un poliziotto genovese è stato ricoverato in ospedale perché affetto da tubercolosi.

Si tratta di un quarantenne che lavora per l'Ufficio Servizi agli ingressi della questura e nelle celle di sicurezza.

Pertanto, l'ipotesi più probabile è che sia stato contagiato da un malato mentre svolgeva servizio all'ingresso di servizio della questura, dove vengono ricevuti i migranti richiedenti asilo. Oppure che sia stato contagiato da un detenuto.

L'agente della questura accusava da alcuni giorni astenia e tosse. Per fortuna, non risulta in gravi condizioni ed è stato sottoposto a tutte le cure del caso

Come da prassi, è scattata la profilassi per i famigliari, i colleghi e tutte le altre persone che sono state a contatto prolungato col poliziotto.

Molti colleghi chiedono più attenzione per il personale che lavora a stretto contatto con i migranti. Da tempo, i vari sindacati di polizia denunciano le condizioni di pericolo sanitario in cui sono costretti ad operare gli agenti.