ARCHIVIO

Napoli-Samp, Regini "In undici gara diversa"

GENOVA 8 GEN. Difficilissimo da deglutire questo 2-1. Non va giù, manco a forza. Vasco Regini al termine della gara non riesce a non pensare a quella che sarebbe potuta essere questa partita in parità numerica. «Si può sempre migliorare, ma la nostra è stata un’ottima partita fino all’espulsione – comincia il capitano doriano -. Abbiamo concesso poco, eravamo molto alti e abbiamo interpretato al meglio quello che avevamo studiato in settimana. Poi ci sono stati degli episodi dubbi, qualcosa di storto e infine un pizzico di inesperienza: ecco il perché di questo risultato».

Forzata. Più che qualcosa di storto c’è stato qualcosa di sbagliato. «Sì – continua difensore -, in undici probabilmente non avremmo perso. Se ho parlato con Silvestre? Mi ha detto che non ha toccato Reina, e anche io ritengo sia stata una decisione forzata. Il fatto di giocare in casa in questo stadio ti porta qualcosa in più: è chiaro». Da salvare quantomeno c’è la prestazione. «Abbiamo ancora margini – conclude -, possiamo fare meglio nel girone di ritorno. In troppe partite non abbiamo raccolto quello che meritavamo: dovremo migliorare nelle due aree».