ARCHIVIO

Murato vivo ai domiciliari perché non paga alimenti a moglie

[caption id="attachment_63506" align="alignleft" width="360"] Disoccupato, in cerca di un lavoro dignitoso, non ce la fa a pagare gli alimenti alla ex moglie, che lo fa arrestare: murato vivo per tre mesi ai domiciliari[/caption]

GENOVA. 9 FEB. Crisi e disperazione. Era in cerca di un lavoro dignitoso e non ce la faceva più a pagare gli alimenti alla moglie. La ex consorte non lo ha perdonato e lo ha fatto arrestare.

Ieri,  un 49enne disoccupato abitante in via Walter Fillak, originario di Crotone, è stato arrestato dai carabinieri di  Sampierdarena, a seguito di un ordine del Tribunale genovese per l’espiazione di una pena detentiva di 3 mesi, da scontare ai domiciliari,  per la violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Il disoccupato, dopo le formalità, è stato accompagnato presso la propria abitazione, dove rimarrà murato vivo per tutta la durata della pena inflitta, senza tanti sconti.