ARCHIVIO

MONASTERO SUORE DOMENICANE DIVENTA COMPLESSO RESIDENZIALE

GENOVA. 18 LUG. Genova riconquista un antico gioiello, un monastero, proprio nel cuore della città. Con un'operazione che ha messo al centro, in modo coordinato, le capacità progettuali e realizzative di soggetti pubblici e privati.

La San Bartolomeo srl ha realizzato gli obiettivi di recupero di uno spazio fortemente degradato, garantendo la valorizzazione degli spazi architettonici, storici e artistici, definitivamente restituiti alla città.

Oggi il complesso ha riacquistato finalmente la sua configurazione storica originale senza che ciò abbia limitato la dotazione e installazione di tutte le attrezzature impiantistiche più specifiche necessarie a garantire la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico richiesti.

I lavori di recupero sono stati fatti attuando interventi di: ricostruzione filologica dell'impianto medioevale del colonnato del chiostro e dei locali voltati perimetrali al chiostro; ricostruzione dell'ambiente del cortile interno, con l'edificazione della peschiera centrale e rifacimento della pavimentazione in acciottolato; ricostruzione delle ali Ovest e Nord del Monastero secondo l'inviluppo prebellico delle coperture; recupero nell'ala Est dei locali voltati presenti al piano terra; risanamento conservativo di tutto il corpo Est, con rifacimento completo delle coperture e del solaio sottotetto.

La ristrutturazione è stata curata dalla società San Bartolomeo, partecipata al 55% da Spim spa, società di gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare di proprietà esclusiva del Comune di Genova, e al 45% dalla società privata Torre Elah Srl.

Un intervento che ha portato alla realizzazione di un totale di 8 uffici, 64 appartamenti, 32 cantine, 135 box auto (125 singoli e 10 doppi), 11 posti auto esterni.
FRANCESCA CAMPONERO