ARCHIVIO

Miracolo Maroni per il treno Ge-Mi

[caption id="attachment_170693" align="alignleft" width="300"] Toti e Maroni stamane al lavoro per il treno veloce Mi-Ge in meno di un'ora[/caption]

GENOVA. 20 NOV. Stamane, appena messo piede nel palazzo della Regione, il governatore lombardo Roberto Maroni si è messo al lavoro con Toti per il treno Genova Milano in meno di un'ora. Se ci riuscissero, sarebbe un mezzo miracolo perché i genovesi lo attendono da decenni e nessuno del centrosinistra ci è mai riuscito. Maroni ha deciso: "Il treno veloce Genova-Milano si deve fare. Oltre ai dettagli tecnici, occorre trovare le risorse. Massima intesa con Viale e Toti".

“Sono già al lavoro  - ha spiegato Toti - gli assessori ai trasporti delle nostre due regioni. Stiamo valutando la fattibilità del progetto che riteniamo sia realizzabile. Certo che, dopo  una ventina di anni in cui  non è successo niente, non pensiamo di   risolvere tutto in una ventina di giorni, ma crediamo che si debbano trovare  soluzioni al più presto per avviare il servizio nei primi mesi del prossimo anno. Il treno veloce senza fermate intermedie Genova Milano sarà  una buona soluzione-tampone, perché stare a guardare con le mani incrociate gli scavi del Terzo Valico,  opera strategica per i due assets  lombardo e ligure non ci pare il modo migliore per far passare cinque anni. Inoltre, occorre pensare anche a migliorare e a velocizzare i collegamenti ferroviari  tra Genova e Roma per integrare i voli o in alternativa all’aereo”. Fabrizio Graffione