Home Cronaca Cronaca Genova

Miracolo a Multedo, Fiom alleata con i preti: sì a centro migranti Curia

160
CONDIVIDI
Miracolo a Multedo: Fiom alleata con i preti contro i residenti del quartiere che dicono NO a centro migranti Curia (foto Marchelli)

Miracolo a Multedo. Fiom alleata con i preti. Poco dopo le 18 di oggi un gruppo di sostenitori del business immigrati è sceso in piazza a manifestare contro i residenti del quartiere ed a sostegno del centro migranti imposto dalla Prefettura, in collaborazione con la Curia, nell’ex asilo Govone di via delle Ripe.

Tra loro anche alcuni lavoratori ed iscritti alla Fiom. Gli stessi che avevano accolto papa Francesco durante la recente visita pastorale a Genova, ma che l’altro giorno hanno anche manifestato davanti alla Prefettura per gli annunciati 600 esuberi all’Ilva di Cornigliano.

Intanto, ai Giardini Lennon di Multedo è cominciata la fiaccolata del quartiere con la mobilitazione di residenti e commercianti che dicono NO al centro migranti: “L’ex asilo ai nostri bimbi, non a loro. Quella strada è senza via d’uscita e male illuminata”.


L’insediamento prevede la collocazione dei primi 25 migranti fra qualche giorno, ai quali ne seguiranno almeno altri 25 più avanti. Si tratta di giovani africani, tutti maschi.

Il Pd ha annunciato di non partecipare a nessuna delle due manifestazioni, mentre Lega e Fratelli d’Italia di scendere in piazza con i residenti insieme all’assessore comunale alla Sicurezza Stefano Garassino: “Vogliamo essere vicini alla cittadinanza che si batte per vedere rispettati i loro diritti. Noi siamo sempre stati contrari alle imposizioni calate dall’alto”.

Domani è previsto l’arrivo a Multedo del sindaco Marco Bucci. Prima incontrerà il presidente del Municipio Cluadio Chiarotti (Pd-Lista Crivello) che si è schierato contro i residenti e dalla parte della Curia e quindi i residenti che hanno spiegato di non voler mollare e di andare avanti con le proteste di piazza.

 

160 COMMENTI

  1. non ci credo li c’è dell’altro saranno manovrati da qualcuno che loro siano a favore degli immigrati con tutti i problemi che hanno x il loro futuro lavorativo e pensino agli immigrati boh…..c’è dell’altro sotto

  2. Che uno si prenda la briga a Genova di andare a manifestare per il diritto di un altro e’ singolare … che abbia così tanto Patos e’inspiegabile che invece di occuparsi dei lavoratori che pagano le quote sindacali si dedichi ad altro e’ poco etico … ma alla fine la domanda spontanea e’: “ma avranno mica preso delle palanche questi per scendere in piazza cosi accalorati? Bho non so rispondere”

  3. Questi non possono vergognarsi perché per farlo bisogna essere dotati di coscienza, cervello, ecc.
    Sono solo bestie, che si muovono in branco e a comando, sopravvivono limitandosi alle elementari funzioni animali!!

  4. Purtroppo,pare che all’interno della,struttura,vadano a lavorare una quindicina di operai FIOM in Cassa integrazione..certo pero’ molti guadagnano sugli immigrati e dei residenti se ne fregano!Non si possono accettare queste imposizioni,finché’ l’accoglienza non assicura formazione lavorativa,morale e culturale..Vogliono farci regredire ancora….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here