ARCHIVIO

Migranti, sindaco Doria: no ai Centri di identificazione ed espulsione

GENOVA. 12 GEN. "I Cie (Centri di identificazione ed espulsione, ndr) non sono lo strumento migliore per gestire le politiche di accoglienza dei migranti". Il sindaco Marco Doria oggi ha replicato così all'iniziativa del ministro dell'Interno Marco Minniti (Pd) di aprire un Cie in ogni regione italiana.

Per il sindaco di Genova, se esiste un problema dei centri di accoglienza e smistamento dei migranti sul territorio italiano, l'accoglienza deve essere accompagnata alle procedure di accertamento dello status di ogni persona e alle prospettive di integrazione, riconoscendo i diritti e i doveri, degli italiani come per i migranti. Marco Doria, accusato dall'opposizione anche di buonismo, ha quindi specificato che tutti i Comuni hanno il dovere dell'accoglienza, ma chi viene accolto ha il dovere di rispettare le regole della convivenza civile del nostro paese.