ARCHIVIO

Migranti, quelli di Multedo non mollano: blocco casello A10

GENOVA. La protesta contro il centro migranti, imposto dalla Prefettura in collaborazione con la Curia nell'ex asilo Govone a Multedo, non si placa.

Da giorni i residenti raccolgono firme, fanno volantinaggio e organizzano il presidio davanti al cancello della struttura in via delle Ripe "rubata ai bimbi del quartiere perché la Contessa Adele Govone l'aveva destinata a loro".

Dopo il "blocco passivo" del casello autostradale di Pegli avvenuto la scorsa settimana, oggi pomeriggio gli abitanti esasperati e preoccupati per l'arrivo dei migranti hanno di nuovo inscenato una protesta simile, passeggiando avanti e indietro sulle strisce pedonali.

Pur restando quindi all’esterno del tratto autostradale, la loro presenza rallenta ed impedisce il regolare flusso dei veicoli. Sul posto è arrivata anche la polizia ed il traffico è in tilt.

I residenti di Multedo hanno già detto NO alla nuova proposta della Curia, accettata dalla Prefettura, di collocare 25 migranti, tutti giovani maschi africani, nell'ex asilo Govone.

Per domani è previsto un altro incontro fra le parti a Tursi. Il Comune di Genova ha già spiegato che tale proposta dovrà essere vagliata tenendo conto della volontà della cittadinanza di Multedo.