Home Economia Economia Genova

Mercato dell’auto in Europa in discesa a settembre. Bene Alfa Romeo e comparto usato

0
CONDIVIDI
Mercato dell’auto in Europa in discesa a settembre. Bene Alfa Romeo e comparto usato

Dopo un anno importantissimo dal punto di vista delle vendite e, quindi, della ripresa del comparto motori, arriva il primo stop sul mercato europeo dell’auto. Il mercato europeo delle quattro ruote, nel mese di settembre, ha chiuso in calo. Le immatricolazioni nell’Europa dei 28 più i Paesi Efta sono state 1.466.336, il 2% in meno dello stesso mese dell’anno scorso. Era da un anno che il mercato non presentava un segno negativo (-0,3% a ottobre 2016). Nei nove mesi dell’anno sono state vendute 12.026.194 auto, pari a una crescita del 3,6% sull’analogo periodo dell’anno scorso.

Il mercato italiano

In Italia le cose continuano ad andare bene, come dettaglia nella sua nota l’Acea (Associazione Costruttori Europei Automobili) che fa segnare una solida crescita con uno più 8,1% e con quasi 167mila nuove auto immatricolate. Un rallentamento, invece, si registra in Germania e in Gran Bretagna. In Italia dall’inizio dell’anno sono state immatricolate oltre 1,5 milioni di auto (+9%). La sola Fiat Chrysler Automobiles ha immatricolato a settembre sul mercato europeo 90.038 auto, in flessione dell’1% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. La quota è stabile al 6,1%.


Nel progressivo annuo Fca registra una crescita delle registrazioni dell’8,2% a 831.250 vetture, con una quota di mercato del 6,9%, in crescita di 0,3 punti percentuali.

Bene Alfa Romeo

Continuano a crescere le vendite di Fiat Chrysler Automobilies, che fa segnare, in Italia, un più 15,6% rispetto ad agosto, in Francia un più 17,7% e in Spagna un rialzo del 28,3%. Bene soprattutto Alfa Romeo, che grazie alle vendite di Giulia e Stelvio ad agosto ha fatto segnare un +41,3% delle immatricolazioni. Un risultato importantissimo vista la grande concorrenza sul mercato.

Auto usate

Bene anche il mercato delle auto usate, vero traino del comparto motori che fa segnare un incremento delle vendite del 7,7% nell’ultimo mese. Secondo l’elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI, nel III trimetre 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i passaggi di proprietà sono infatti aumentati del +6,4%, raggiungendo quasi 686.400 atti.

Tra i capoluoghi di regione ai primi posti per numerosità troviamo Roma (50.217 passaggi), Napoli (30.145) e Milano (29.201), ma se si confrontano i dati con la popolazione residente (oltre i 18 anni), si vede come il podio passi a Trento con 177,3 passaggi di proprietà ogni 10.000 abitanti, Aosta (171,4) e Perugia (156,4). Questo dato sottolinea l’importanza dei compro auto usate che danno la possibilità a milioni di utenti di vendere la propria auto usata in maniera rapida e sicura, monetizzando al massimo dalla cessione della propria auto usata a queste società specializzte. In questo modo gli utenti hanno la possibilità di reinvestire i proventi della vendita per l’acquisto di nuove vetture. Un’innovazione importante che ha dato la spinta decisiva ad un mercato che ha vissuto tempi molto difficili a causa della crisi economica, ma che grazie alle innovazioni tecnologiche sta riprendendo il percorso interrotto dalle difficoltà economiche. Il futuro del mercato delle auto sembra essere più roseo che mai.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here