ARCHIVIO

Medico fuma all'Ist del San Martino, sanzionato dal Nas

[caption id="attachment_194731" align="alignleft" width="600"] Un medico dell'Ist è stato sanzionato dai carabinieri del Nas: pizzicato a fumare una sigaretta appena fuori dall'edificio ospedaliero[/caption]

GENOVA. 16 MAR. Le divise blu hanno pizzicato un camice bianco che fumacchiava proprio all'esterno dell'edificio che ospita l'Ist di Genova e lo hanno multato. Forse l'oncologo aveva appena raccomandato a un paziente di smettere di fumare.

A inizio febbraio è entrata in vigore la nuova legge che impone forti limitazioni ai fumatori. Il decreto legislativo "128" dell'8 novembre 2013 allarga "il divieto di fumo anche alle aree all'aperto e/o di pertinenza dei presidi ospedalieri, dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia; nonchè nei centri di ricerca; così come in auto - siano esse in sosta che in movimento - alla presenza di minori e di donne incinte".

A Genova a vigilare sul rispetto delle nuove norme sono quindi intervenuti i carabinieri del Nas, anche a seguito di numerose segnalazioni di violazioni provenienti dai vari ospedali. E tra le ultime sanzioni registrate c'è stata quella inflitta l'altro giorno al camice bianco. I militari in borghese hanno sorpreso il medico dell'Istituto tumori del San Martino con una sigaretta accesa nello spazio coperto in cui entrano le ambulanze e gli hanno appioppato una sanzione da 55 euro. Lui non ha saputo giustificare il gesto, ma si è scusato.

Oltre agli ospedali, nel mirino del Nas ci sono ambulatori delle Asl, distretti sanitari, residenze per anziani, comunità di recupero, e tutti gli uffici sanitari.