ARCHIVIO

Maxi rissa tra giovani di Sestri e Prà sul ring di Pegli, i residenti : più polizia

[caption id="attachment_211201" align="alignleft" width="728"] Maxi rissa a Pegli: scontro fra giovanissimi del Cep di Prà e di Sestri Ponente[/caption]

GENOVA. 31 AGO. Una tranquilla sera come tante a Pegli. Venivano giù dal Cep di Prà e dalla zona di Sestri Ponente. Appuntamento per la "sera di fuoco" sul lungomare trasformato in un "ring" in mezzo a residenti, turisti ed esercenti del quartiere.

La miccia sarebbe stata la rapina di un portafoglio rubato a un 16enne del Cep, che è stato considerato un grave affronto, ma ovviamente i veri motivi sono molto più complicati e difficili da spiegare. Anche perché è la prima volta che accade un fatto del genere.

C'è chi dice che lunedì sera, all'ora della passeggiata dopo cena, si siano affrontati in 50. Altri parlano di oltre 100 adolescenti.

In ogni caso, è stata una maxi rissa con calci, pugni e botte da orbi. Ragazzi e ragazze scatenate incluse. Una violenza mica da ridere, davanti ai bar, sulla spiaggia e nei vicoletti della stazione.

Ora residenti e commercianti di Pegli, insieme al presidente del municipio Mauro Avvenente, hanno lanciato l'allarme e hanno chiesto più polizia e carabinieri di pattuglia. Solo che, anche a causa dei servizi di prevenzione e controllo antiterrorismo islamico, molte unità sono state distolte dal territorio genovese (in primis caruggi e Sampierdarena).