ARCHIVIO

MAROCCHINO ARRESTATO IN VIA DONGHI SU ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE

GENOVA. 29 AGO. Ha tentato fino all’ultimo di sviare gli agenti che lo stavano controllando in Via Donghi, fornendo tre date di nascita diverse e dicendosi italiano.

Le impronte digitali però non mentono e così, in Questura, sono emersi i numerosi precedenti di Polizia e, con un alias come 28enne marocchino, un ordine di carcerazione della Corte d’Appello di Genova.

Il giovane infatti, agli arresti domiciliari a seguito della commissione di reati in materia di stupefacenti, si era reso irreperibile e per questo motivo l’Autorità Giudiziaria ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare.

Gli agenti hanno notificato il provvedimento all’uomo, che è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Genova Marassi.