ARCHIVIO

Marassi, calabrese minaccia moglie ucraina: denunciato

[caption id="attachment_148688" align="alignleft" width="360"] Un'ucraina ha denunciato il marito calabrese, con il quale si sta separando, perché l'avrebbe costretta a incontrarlo minacciandola di avere un coltello e una rivoltella[/caption]

GENOVA. 29 MAR. Nei giorni scorsi, una 44enne ucraina, abitante in via L. Fea a Genova, si è presentata alla stazione carabinieri di Marassi e ha sporto una denuncia per “violenza privata” nei confronti del marito, un calabrese di 55 anni, residente a Reggio Calabria, ma domiciliato in via R. Mandali, con il quale è in fase di separazione.

Secondo la denuncia, la scorsa settimana l'uomo ha costretto la donna ad incontrarlo, minacciandola di essere in possesso di un’arma da sparo ed un coltello. Perquisita l’abitazione del calabrese, i carabinieri hanno effettivamente trovato e sequestrato un coltello con una lama della lunghezza di 22 centimetri, ma non la pisola.

La vittima delle minacce è stata informata dai militari della possibilità di assistenza presso un centro anti-violenza cittadino.