ARCHIVIO

Manichini: più fasci appesi. Mille in piazza, tensioni come al G8

GENOVA. 11 FEB. Sturla blindata, traffico bloccato ed artificieri in azione per un furgone sospetto. Barriere con grate metalliche alte 3 metri in strada, come durante il G8. Al momento, oltre mille manifestanti sono scesi in piazza Ragazzi del '99 e per le vie limitrofe per contestare il convegno delle ultradestre europee organizzato nella sede di via Orlando a Sturla da Forza Nuova. Fumogeni, megafoni e striscioni antifascisti. Dall'altra parte sono attesi circa 100-150 partecipanti. In mezzo 400 poliziotti e carabinieri.

Se da un lato la contro manifestazione con il sindaco Marco Doria, il vice Stefano Bernini, il vice presidente del consiglio regionale Pippo Rossetti ed altri esponenti politici della sinistra si annuncia pacifica, dall'altro c'è forte preoccupazione per gli scontri perché è previsto un corteo degli antagonisti anarchici e dei centri sociali "distinto dagli altri".

Infatti, manichini di carta impiccati a testa in giù, scritte "Più fasci appesi" e "Non faremo prigionieri" sono comparsi la scorsa notte per le strade di Genova.

L'azione, spiegano fonti investigative, è da mettere in relazione al convegno delle forze europee di ultradestra. Manichini e striscioni con le scritte sono stati lasciati sul ponte fra largo Giardino e piazza Manin. Alcuni giovani antagonisti hanno lanciato un fumogeno contro la pattuglia della polizia, intervenuta sul posto. Sull'episodio indaga la Digos.